fbpx

Non si vive solo di strategie, ads, budget, funnel e tutti i tecnicismi che avvolgono il mondo del marketing e del digitale.

Per una volta abbiamo deciso di raccontare la storia di un ragazzo comune, uno come noi, che ha avuto la bravura e l’intelligenza di capire che il digitale poteva aiutarlo ad andare nella direzione giusta per raggiungere il suo obiettivo.

Niente storie con finali fatti di Lamborghini e barche di lusso a Dubai, questa è una storia reale, di vita concreta ancora tutta da definire.

Gabriele Di Paola è un ragazzo che inizia a lavorare sin da subito, senza perdere tempo, si occupa di abbigliamento e fortunatamente le soddisfazioni lavorative ed economiche arrivano regolari e senza intoppi, fino a quando dopo anni di lavoro e gratificazioni arriva una notizia che gli cambia la giornata, in sintesi l’azienda con cui collabora, per motivi discutibili e senza soffermarci sulle cause, lo mette fuori gioco. Dopo i primi giorni passati a metabolizzare l’accaduto Gabriele capisce che stava a poco a poco perdendo grinta e durante una chiacchierata un suo grande amico, Andrea, gli da un consiglio secco e preciso.

Prendi in mano la tua passione per gli orologi e inizia a registrare video!

La reazione è stata quella che tutti immaginiamo. “Io? Prendo per il culo tutti quelli che si sentono influencer e devo mettermi a fare lo YouTuber?

L’idea però non era male, in fondo si trattava di parlare di qualcosa che padroneggiava serenamente, sfruttando dei canali che abbattono tutte le barriere di distanza e di tempo, raggiungibili da tutti e con estrema facilità.

Gabriele se ne frega delle possibili prese in giro da parte degli amici, vincendo l’enorme timidezza nel mettersi davanti alla telecamera e la paura di essere giudicato, credendo sulle sue capacità e potenzialità trasmettendo elementi umani come simpatia, emozioni e passione, fondamentali per costruire un rapporto di fiducia con il suo pubblico.

Nasce Billo Vintage Watches e dopo il primo video si rende subito conto che la risposta c’è ed è anche superiore alle aspettative.

Grazie ad Instagram conosce una persona più preparata di lui in materia e che condivide la sua stessa passione per gli orologi, consolidando un rapporto che senza l’aiuto della rete avrebbe impiegato anni a maturare. Partono insieme per una fiera di settore a Parma e lì Gabriele viene addirittura fermato da persone che seguono il suo canale su YouTube per chiedere consigli e pareri.

Gabriele faceva il rappresentante per un noto brand di abbigliamento ma si è buttato senza nessuna paura in questo nuovo campo perché si reputa un business man a 360 gradi, con fantasia e tanta voglia di fare.

Per aprire una filiale di un brand il budget medio è di € 150.000, oggi con € 3.000 fai un’azienda liquida, che manovri da qualsiasi parte del mondo, con costi nettamente più bassi e con possibilità di crescita infinite.

I prossimi step per Gabriele comprendono video più dinamici e soprattutto l’avvio di un’attività di compravendita di orologi, passione che coltiva praticamente da una vita.

La storia di Gabriele è ancora tutta da scrivere ma di sicuro ci insegna che nella vita nessuno ti regala niente e senza tentativi non si va da nessuna parte. Provate a realizzare quello che avete in mente, magari ci riuscite davvero.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *