fbpx

Nel mondo del marketing digitale abbiamo imparato che tutto è tracciabile, tutto è orientato all’utilizzo e alla lettura dei dati e tutto deve accompagnato da numeri che ci dicono se stiamo andando nella direzione corretta o no.

In base a questi dati possiamo capire se gli utenti guardano un prodotto piuttosto che un altro o sono attratti da un servizio piuttosto che da un altro, in questo modo è più semplice riuscire a capire cosa vende di più e cosa invece incontra maggiori difficoltà.

 

Alla luce dei dati che le piattaforme di advertising (Google e Facebook) ci forniscono c’è un numero che spicca su tutti gli altri, ovvero quello degli utenti che, interessati all’acquisto di un prodotto o servizio simile al nostro, guardano più volte determinati tipi di contenuti.

Se pensiamo di vendere esclusivamente a clienti nuovi, ovvero contatti freddi che non ci hanno mai visti prima o che non hanno mai interagito con noi, allora c’è sicuramente qualcosa che non va nella strategia di marketing.

 

Quando un utente cerca qualcosa sui Social o su Google è molto probabile che non completi la conversione alla prima ricerca, questo succede perché oggi riusciamo ad ottenere informazioni in tempo reale su tutto ciò che vogliamo acquistare e siamo quindi spinti a prendere tempo cercando quante più recensioni possibili, nella speranza di essere sicuri al 100% di voler completare l’acquisto. Diventa così fondamentale inserire all’interno della propria strategia delle azioni di retargeting, ovvero delle operazioni algoritmiche che consistono nel riproporre agli utenti che hanno interagito con i nostri contenuti o con il nostro sito web alcune nostre proposte.

Le campagne di retargeting possono essere realizzate su utenti che hanno cercato esattamente i nostri prodotti, su utenti che hanno interagito con i nostri contenuti, su utenti che hanno cercato prodotti simili a quelli che noi vendiamo. Inserire all’interno della propria strategia di marketing dei processi di retargeting significa aumentare drasticamente la possibilità di vendita in quanto andremo a sottoporre le nostre proposte direttamente a persone che hanno già interagito con noi o che hanno cercato prodotti simili ai nostri.

In ambito Facebook una buona strategia di retargeting prevede sicuramente la creazione di una Custom Audience, costruita su tutti gli utenti che hanno interagito con le pagine Facebook ed Instagram del vostro brand e su tutti gli utenti che hanno visitato almeno una pagina del vostro sito. Per tracciare gli utenti che hanno visitato il vostro sito Facebook utilizza un Pixel, ovvero un codice che mette in comunicazione sito e pagina aziendale, così da “inseguire” gli utenti che hanno mostrato interesse verso la vostra azienda. A questo va sicuramente aggiunta la creazione di un pubblico simile, ovvero i pubblici Look a Like. Questo segmento di pubblico consiste in una ricerca da parte dell’algoritmo di una fetta di utenti simili a quelli che interagiscono con i vostri canali, così da raggiungere utenti nuovi quanto più in target possibile. Attenzione però ad allargare la percentuale del pubblico Look a Like, più si amplia il raggio e meno dettagliata sarà la scelta del pubblico da parte dell’algoritmo.

In ambito Google Ads il procedimento è più o meno lo stesso delle Facebook Ads. In questo caso vanno create delle liste di retargeting (che Google si ostina a chiamare remarketing) dove possiamo inserire tutti gli utenti che hanno visitato una o più pagine del vostro sito web, con la possibilità anche in questo caso di lasciare all’algoritmo la scelta di un pubblico simile a quello che interagisce già con i vostri canali.

In conclusione, le operazioni di retargeting sono fondamentali per una strategia di marketing efficace in quanto permettono di far vedere il vostro brand ed i vostri prodotti e servizi solo a persone che hanno già visto le vostre offerte o ne hanno cercate di simili, aumentando così la possibilità di conversione.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *