In Italia tantissime aziende legate al retail, soprattutto quelle piccole e medie, negli ultimi anni hanno sottovalutato un fattore importantissimo e in ripidissima ascesa. Internet.

Amazon è diventata la prima azienda al mondo per il semplice fatto che gli acquisti sono rapidi, il sito ha un’offerta di prodotti praticamente sconfinata, la consegna è puntuale ed il cliente ha la possibilità di reso su tutta la merce.

Perché dovrei uscire da casa, prendere l’auto, affrontare il traffico, trovare parcheggio quando posso benissimo acquistare tutto dal mio divano e fare arrivare l’articolo direttamente a casa in un paio di giorni?

Un dato concreto arriva dagli  Stati Uniti, dove migliaia di centri commerciali chiudono ogni anno, con cause che vanno dagli elevati costi di gestione di un negozio fisico, all’aumento degli acquisti online che non da cenni di arresto.

 

Allora cosa si fa?

 

Come ogni settore, anche quello della vendita negli ultimi anni ha subito cambiamenti radicali, pertanto la regola è sempre la stessa, adeguarsi al mercato.

Se oggi decidete di aprire un negozio di abbigliamento nella vostra città, secondo voi, quante possibilità di successo avete? Con colossi come ZARA ed H&M di sicuro diventa quasi impossibile competere, a meno che voi non scegliate una strategia diversa. La famosa NICCHIA.

I grandi marchi vendono in quantità enormi, magari con poca attenzione ai dettagli e ai rapporti umani, quindi la vostra attività offline deve puntare su tutto quello che il grande brand non può offrire.

 

– Siate unici. Qualsiasi cosa voi vendiate fate in modo di essere diversi dagli altri, così da attrarre il cliente per quella specifica qualità che avete soltanto voi.

– Puntate sulla qualità. Se fate la guerra al ribasso dei prezzi siete destinati a fallire perché, come è noto a tutti, i grandi brand sfruttano le grandi quantità di merce riuscendo ad abbassare drasticamente i prezzi di vendita. Fate in modo che il cliente percepisca la qualità superiore così da giustificare un prezzo più alto.

– Personalizzate. Avete una grande arma a vostra disposizione, ovvero il contatto umano. Con numeri più bassi dei “BIG” potete gestire il cliente in maniera attenta e, perché no, offrire loro delle soluzioni personalizzate su misura.

– Usate internet per raccontare la vostra storia. Vendere offline non vuol dire che dobbiate essere assenti sul web. Aggiornate il vostro blog e i vostri canali Social con contenuti che incuriosiscano i clienti, raccontate la storia della vostra azienda e perché le persone si trovano bene con voi. Si avete letto bene, persone! In una piccola attività i clienti prima di essere tali sono persone, non dimenticatelo mai.

 

La vendita online ha cambiato le regole del gioco ma, con tanto spirito di adattamento e cambiando alcune abitudini, tutte le attività che hanno dei prodotti di qualità possono tranquillamente ritagliarsi la loro fetta di mercato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *