fbpx

Sono fondamentali, sono diventati parte integrante delle nostre vite, sono ciò che più guardiamo durante il giorno, sono i Social Network. Strumenti di comunicazione potentissimi che ogni azienda prova a sfruttare a suo vantaggio, incentrando campagne di comunicazione mirate su questi magnifici canali che, avendo un bacino d’utenza infinito, aprono le porte ad opportunità mai viste prima d’ora. Terminato l’entusiasmo e facendo una riflessione più approfondita si trovano però dei motivi che portano un brand a non focalizzare l’attenzione solo su questi strumenti. Noi ne abbiamo trovati 5:

 

  • Non sono piattaforme vostre. E se domani mattina Mark si svegliasse e cambiasse tutto? Algoritmi che mutano costantemente, modifiche alle piattaforme e aggiornamenti continui non danno grande stabilità e obbligano i brand a stare al passo, non sono ammesse distrazioni. Casa vostra è il sito web, il vostro dominio, provate ad utilizzare l’enorme impatto dei Social per portare le persone dove siete voi ad avere il controllo.

 

  • Non decidete voi le regole. Siete ospiti di una piattaforma, questo vuol dire che dovete sottostare e regole precise, policy aziendali e di privacy che non decidete voi. La trasgressione del regolamento comporta dei ban, delle limitazioni e in alcuni casi anche la cancellazione dell’account. Siete a casa di altri, dovete sapere come comportarvi.

 

  • I Social hanno un ciclo di vita. Niente è per sempre, neanche i Social Network, e Google + ne è un esempio lampante. Ogni piattaforma ha il suo momento di lancio, il momento dell’esplosione ed il momento di declino e sta al brand capire in tempo chi sta andando su e chi invece sta perdendo colpi. Tutto ciò è frutto di analisi costanti.

 

  • C’è la necessità di seguire le piattaforme in voga. Se il posto caldo dove stare è Instagram allora è lì che dovete essere. Ogni Social ha la sua vocazione e che possa piacere o no bisogna fare una scelta e capire su quale piattaforma puntare. Questo comporta inevitabilmente l’adeguamento dei contenuti e dei testi a seconda del Social che si sta utilizzando. Ricordate che ogni piattaforma ha il suo linguaggio e i cambiamenti sono davvero rapidi.

 

  • Gli errori vi costano tantissimo. Se il web non perdona i Social Network sono anche peggio. Un errore di comunicazione può costare tanto al brand in termini di reputazione e di immagine, basti pensare al Birrificio ADDA che per comunicare la chiusura per il ponte festivo del Ferragosto ha inserito la foto della tragedia del Ponte Morandi di Genova crollato nel 2018. In quella occasione la pagina è stata immediatamente rimossa e le critiche sono esplose nel giro di pochissimi minuti. Errori del genere vengono amplificati sui Social Network e danno vita a conseguenze incontrollabili e spesso irreversibili.

 

 

Quanto scritto sopra non vuole assolutamente scoraggiare l’utilizzo dei Social da parte delle aziende, ma è giusto prendere atto del fatto che queste sono certamente piattaforme indispensabili per una corretta comunicazione, ma non rappresentano la casa del brand che, ormai da anni, rimane il vecchio e caro sito web proprietario.

Categorie: Marketing

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *