fbpx

Alla fine di questo articolo saprai esattamente perché aprire un account LinkedIn o perché migliorarlo.

 

LinkedIn nasce nel 2002 dal lavoro di Reid Hoffman e dalla collaborazione di Allen Blue, Konstantin Guericke, Eric Ly e Jean-Luc Vaillant. Con sede a Palo Alto (in Silicon Valley) viene successivamente lanciato nel 2003 ma ebbe la svolta nel 2016, quando fu acquistato dal colosso Microsoft per molti miliardi di dollari.

L’obiettivo della nascita di questo social network è declinato chiaramente dal nella sua mission:

collegare i professionisti di tutto il mondo per aiutarli a essere più produttivi e a raggiungere i propri obiettivi professionali.

 

Quindi perché iniziare da oggi ad utilizzarlo?

Ti elencherò 5 motivi che non contengono nessuna formula magica ma che se applicati ti faranno avere successo.

 

  1. Raccontarsi in maniera professionale

Ricordiamo, siamo in una rete di professionisti, imprenditori ed imprese. Non siamo ne su Instagram né su Facebook e qui sta la differenza. Potrai quindi descrivere le tue esperienze lavorative, gli studi, i corsi di aggiornamento e condividere post e articoli inerenti al tuo lavoro. Più quello che creerai sarà interessante per la tua rete, più l’algoritmo della piattaforma ti premierà in termini di visibilità organica.

Hai capito bene, senza spendere un euro in ads!

 

  1. Creare relazioni

Linkedin viene definito il social delle relazioni o Human. Evita di crearti una rete solo per fare numero ma costruisci rapporti. Un consiglio pratico che ti possiamo lasciare, per esempio, è quello di mandare un messaggio di benvenuto quando chiedi il collegamento ad un’altra persona. Dall’altra parte sapranno da subito chi sei e perché li contatti ma attenzione, in questa fase non si deve assolutamente vendere nulla, stai cercando di instaurare un rapporto.

 

  1. Trovare lavoro

Stai cercando lavoro?

Ogni giorno vengono pubblicati una serie di annunci dalle aziende che fanno recruiting proprio direttamente dal social stesso. Che tu voglia fare il dipendente o il libero professionista poco importa, troverai entrambi. Una volta poi, che avrai un’ottima strategia di contenuti, non dovrai nemmeno più cercare ma saranno loro che lo faranno.

 

  1. Per il traffico al tuo sito web

LinkedIn è molto sviluppato in ottica SEO e SERP. Basti pensare che a volte nella barra di ricerca di Google, digitando un nome di persona, esca prima Linkedin che il sito web.

Puoi per esempio pubblicare un piccolo post, come anteprima e spostare l’attenzione sul sito nel momento in cui si voglia approfondire l’argomento.

 

  1. Potersi pubblicizzare

Come Facebook anche LinkedIn ha tutto un sistema di Ads che consente di sponsorizzarsi. Partiamo da campagne di interazione fino ad arrivare a quelle di generazione contatti (la base di partenza sono 10,00 euro al giorno e per fare questo devi avere una pagina).

 

Quindi cosa stai aspettando? Il momento per iniziare è adesso!

Una volta che avrai impostato la tua strategia di contenuti tenendo conto di come ti premia l’algoritmo e avendo ben definito gli obiettivi, il tuo successo sarà garantito!

 

– Articolo di Alice Brognoli  www.alicesocial.it


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *